Lodovico Pogliaghi

Achille Beltrame
"Ritratto di L. Pogliaghi", 1925


newsletter

Se volete essere raggiunti da curiosità, iniziative ed appuntamenti su Lodovico Pogliaghi, iscrivetevi alla Newsletter inserendo il vostro account di posta elettronica.

dove acquistare

 

lodovico pogliaghi: la vita

Lodovico Pogliaghi nacque nel gennaio 1857 a Milano; frequentò il Liceo G. Parini a Milano per poi iscriversi all'Accademia di Belle Arti di Brera, dove Giuseppe Bertini (Milano 1825-1898) fu suo professore di "Pittura e Composizione" . Ai dipinti giovani a carattere religioso e storico, nonchè al restauro e alla decorazione di nobili dimore in area comasca e milanese, affiancò la produzione nel campo dell'illustrazione, ideando centinaia di tavole a olio, tradotte in seguito in grafiche xilografiche per i volumi della "Storia d'Italia" edita dalla Treves di Milano.

Oltre al campo della pittura, della scultura e dell'architettura, il giovane artista milanese approfondì e perfezionò anche la propria abilità e propensione nel campo orafo, ottenendo da subito lodi e onori in veste di sublime e raffinato cesellatore, realizzando apparati liturgici all'interno di diverse chiese tra Como e Milano. Nella produzione commemorativa e funebre ideò cartoni tradotti successivamente in mirabili opere musive per il Famedio al Cimitero Monumentale di Milano, nonchè per la Cappella Verdi, nella Casa dei Musicisti nella medesima città. Già docente d’ornato a Brera dal 1891, si aggiudicò la vittoria al concorso per la realizzazione della porta maggiore del Duomo di Milano, sua più importante opera alla quale si dedicò incessantemente dal 1894 al 1908. Negli anni successivi gli incarichi si fecero sempre più numerosi, grazie a committenze pubbliche e private, che lo portarono ad operare nelle maggior città d'arte d'Italia, fino all’ultima immane fatica delle imposte bronzee per Santa Maria Maggiore a Roma (1937-1950). Acuto e curioso ricercatore dai poliedrici interessi, tra i quali il collezionismo, Pogliaghi si cimentò inoltre nell’arte glittica realizzando numerose targhe e medaglie.

A queste maggiori opere si aggiungono alcune alcuni lavori a Varese, presso la Basilica di San Vittore, nonché gli interventi di restauro al Santuario e alle Cappelle di Santa Maria del Monte sopra Varese, luogo che ancora oggi custodisce il suo testamento: la casa-studio presso la quale l’artista si spense il 30 Giugno 1950 all'età di 93 anni.

Lodovico Pogliaghi Chiara Palumbo

Per richiedere la biografia dettagliata dell'artista, inviare e-mail contenente l'oggetto "Biografia Lodovico Pogliaghi" a: info@lodovicopogliaghi.it

© Fotografia Chiara Palumbo